Mangio verdure e ingrasso: quando il problema è l’indice glicemico

https://www.nutritionslimming.it/image/cache/catalog/blog/Dimagrire/!IngrassareVerdure-696x435.jpg

Settimane, forse mesi passati a mangiare solo verdure bollite, sognando i cibi più gustosi e facendo sacrifici per un solo obiettivo: perdere peso. Finalmente arriva il momento di pesarsi per scoprire quanti chili siamo riusciti a buttarci alla spalle, ma la bilancia parla chiaro: non siamo dimagrite di un etto! Anzi, abbiamo addirittura preso peso.

Com’è possibile che io mangi solo verdure e ingrassi?

La riposta a questa sconvolgente domanda racchiusa in due parole: indice glicemico. Si tratta di un concetto che probabilmente associamo spesso alle patologie di tipo diabetico, ma in realtà si tratta di un indice che dovrebbe essere tenuto continuamente sotto controllo, soprattutto da chi si sta impegnando per recuperare la propria forma fisica.

Indice Glicemico e peso

L’indice glicemico è l’indice che misura la capacità di un preciso glucide presente nel nostro organismo di alzare il livello della glicemia del sangue dopo ogni pasto, rispetto ad una misura standard di riferimento per la corretta concentrazione glicemica. La glicemia non è altro che la quantità di zuccheri, più propriamente denominati come glucosio, che sono presenti nel nostro sangue. La glicemia corretta a digiuno si dovrebbe aggirare attorno ad 1 g di glucosio per litro di sangue: dopo i pasti, questo livello aumenta. L’indice glicemico è un dato di fondamentale importanza per monitorare lo stato di salute dell’organismo: un indice glicemico troppo alto è direttamento collegato al manifestarsi di disturbi legati al peso, come aumento di peso incontrollato, fino addirittura all’obesità. Quando il livello elevato dell’indice glicemico è legato a problematiche nella produzione dell’insulina, l’ormone che trasforma gli zuccheri in energia, si va incontro a problematiche diabetiche.

Indice Glicemico e varietà del cibo

Alla luce di questa breve definizione, riprendiamo la nostra domanda iniziale: perchè se ho seguito un regime di dieta rigido e ho mangiato solo verdure, zuppe e passati, non sono dimagrita? La colpa è proprio dell’indice glicemico e del suo modo di reagire alle prescrizioni dietetiche molto rigorose. La regola numero uno quando si prescrive una dieta è quella della variabilità alimentare. Purtroppo, quando si provano le diete fai-da-te o si seguono consigli erronei, è facile pensare che basti mangiare solo verdure o, peggio ancora, digunare per dimagrire. Il nostro organismo non risponde bene alla monotonia dell’alimentazione, soprattutto se associato ad un fisico che ha problematiche nel bruciare i grassi o ha un metabolismo rallentato. Quello che succede quando si abitua il corpo sempre al solito menù, come nel caso delle verdure, è che gli enzimi digestivi che utilzziamo per digerire un determinato alimento imparano a lavorare sempre più velocemente, aumentando anche la velocità con la quale assorbiamo i nutrienti dai cibi che mangiamo. Più velocemente assorbiamo i nutrienti, più andiamo ad aumentare l’indice glicemico nel nostro organismo e rischiamo di prendere peso invece di dimagrire. Ripetere lo stesso menù anche solo per più di due giorni può essere rischioso: il segreto è proprio nella varietà dei cibi assunti. Assumere cibi diversi ci costringe a produrre enzimi differenti per digerirli e ci aiuterà a controllare il livello del glucosio nel sangue. La scarsa varietà nell’alimentazione va ad agire sulla produzione microbiota intestinale: se si mangiano sempre gli stessi cibi, le cellule intestinale ne risentono e soffrono. Questa sofferenza causa un aumento nell’assorbimento del glucosio che si estende anche a quei cibi che vengono classificati come dietetici, come frutta e verdura. In sostanza, anche le verdure iniziano a farci ingrassare!

Come abbassare l’indice glicemico

Non tutto è perduto: il fatto che anche le verdure facciano ingrassare quando si limita il nostro menù all’assunzione solo di questo alimento non significa che non ci siano altri modi per perdere peso regolarizzando l’indice glicemico. Una alimentazione corretta e varia, accompagnata da attività fisica regolare e da alcuni accorgimenti alimentari può aiutarci a regolarizzare l’indice glicemico nel nostro organismo e iniziare a perdere peso.

Le regole per abbassare l’indice glicemico vengono tutte accuratamente descritte nella dieta glicemica, fondamentale per chi ha dei livelli di zuccheri troppo alti nel sangue.

Tra le regole di base vi sono:

  • Ridurre l’assunzione di carboidrati che facilitano i picchi glicemici
  • Cucinare sempre la pasta al dente
  • Aumentare il consumo di spinaci, carni magre, salmone, cibi integrali, soia e avena
  • Eliminare i grassi saturi, come affettati, latte e derivati
  • Preferire le farine integrali o non raffinate
  • Assumere aglio, cipolla, cannella o ginseng per abbassare l’indice glicemico

Per tutte le info su come fare una dieta glicemica per abbassare il livello di glicemia, clicca qui

0Comments

Leave a comment





   Bad           Good