Consigli per dimagrire camminando

https://www.nutritionslimming.it/image/cache/catalog/blog/Sport%20e%20Fitness/!CamminareDimagrire-696x435.jpg

Sembrerà incredibile ma la forma più semplice per dimagrire è a portata di tutti, camminare. Gli esperti certificano che è possibile dimagrire camminado se lo si fa nel modo corretto e si mantiene una sana ed equilibrata alimentazione. 

Viviamo in un società dove la corsa e attività come lo spinning sono sempre più di moda, tuttavia pochi credono davvero che si possa dimagrire camminando. Potremmo rimanere stupiti nello scorpire che un’indagine della London School of Economics assicura che camminare perlomeno mezzora cinque giorni alla settimana, aiuta a dimagrire più della corsa, dell’andare in bicicletta o delle ore spese in palestra. 

Le persone che camminano con costanza possono più facilmente perdere una taglia rispetto alla media, e prevenire problemi di colesterolo, attacchi di cuore, dibete e pressione alta. Inolre, una buona camminata può sollevare l’umore.  

Benefici del camminare 

  • Migliora la respirazione
  • Aumenta il tono muscolare 
  • Aiuta a bruciare i grassi 
  • Aiuta a perdere peso
  • Riduce le possibilità di infarto, di diabete ecc

Molte persone non credono che si possa dimagrire camminando, considerano questi due concetti qualcosa che non va di pari passo. Ma si sbagliano: qualsiasi tipo di attività fisica praticata costantemente e regolarmente, permette di convertire i glucidi e le proteine in energia e non in grasso. Così è, se si segue una dieta bilanciata e si cammina nel modo giusto, si riesce a bruciare l’eccesso di grasso in modo naturale e rapido. 

Tutti conosciamo i benefici cardiovascolari che il camminare può apportare alla nostra salute. Migliora la nostra respirazione, il tono muscolare, e inolre,  se fatto nel modo corretto, può aiutare a perdere peso. Grazie a questo incredibile esercizio possiamo bruciare calorie e rimodellare la nostra silhoutte!

Consigli per dimagrire caminando 

1 Prendere coscienza

Può sembrare ovvio, ma per riuscire a dimagrire camminando, ma prima di tutto occorre convincersi che a partire da oggi, dedicheremo almeno una mezzora al giorno al camminare. Perciò dobbiamo rispettarlo e trovare il tempo per farlo. Un modo per autoconvincersi è comprare abiti e pantaloncini adatti. Un pantolone comodo, una camicetta che non stringa troppo, delle scarpe da ginnastica che ci consentano di camminare su qualsiasi superficie. Se riusciamo a convincere un nostro amico o il partner, allora tutto diventerà più divertente e facile.

2 Fare riscaldamento prima della camminata 

Per dimagrire camminando occorre iniziare la camminata con un po’ di riscaldamento è la cosa migliore. Questo permette di incrementare i livelli di ossigeno e la circolazione sanguigna del corpo, riscaldando i muscoli e prevenendo strappi o altri danni. Un buon riscaldamento è camminre a un passo moderato per 5 minuti, non importa se poi si correrà o si manterrà il passo, bisogna farlo per evitare danni ai muscoli, per aumentare il calore nel corpo e spazzare l’acido lattico dal sangue. 

3 Fare stretching alla fine della caminata 

Se si cerca di dimagrire camminando, durante gli ultimi 3 o 5 minuti di camminata, bisogna tenere un passo leggero e moderato, questo servirà come raffreddamento, aiuterà a diminuire il battito del cuore, delle mani e dei piedi. Il raffredamento non solo previene giramenti quando il sangue smette di circolare alla stessa velocità, ma evita anche sbalzi di pressione sanguigna, nausea, crampi e dolori muscolari.

3 Stabilire tempi e ritmi della camminata  

Si consiglia di iniziare l'allenamento in due fasi di mezzora, in modo da non esagerare. Mezzora al mattino e mezzora al pomeriggio. Una volta che ci si sarà abituati al ritmo, si potrà realizzare la camminata per un’ora di fila. Considera che quando si parla di camminare non si intende andare a passo leggero, ma di andare a un ritmo sostenuto. Gli esperti assicurano che il ritmo ideale per dimagrire camminando è di circa 7 Km/h, vale a dire che si deve andare a passo rapido. Per avere un’idea aprossimata, sarebbe percorrere più o meno 1 km e mezzo in 10 o 15 minuti, non di più. È essenziale fare questo sforzo affinchè il corpo bruci i grassi e il nostro cuore, lavori al 60% e al 70% della frequenza cardiaca, costringendo il nostro corpo ad attingere alle sue riserve per ottenere l'energia necessaria, aumentando così il metabolismo basale. 

4 Mantenere la respirazione adatta 

Per poter dimagrire camminando la respirazione deve essere addominale. Ricorda che camminare è un esercizio aerobico: il sangue apporta ossigeno agli organi e ai muscoli che lavorano durante il movimento, e grazie a questo combustibile si riesce a bruciare grassi e a trasformarli in energia. Per questo motivo è necessario realizzare una respirazione addominale profonda. Bisogna prendere aria e gonfiare l’addome, e solo dopo rilasciare l’aria dalla bocca. È un esercizio semplice che tutti dovremmo praticare al giorno. I chili che si possono perdere dipendono sempre dal metabolismo, ad ogni modo alla base ci deve essere sempre un’alimentazione sana ed equilibrata. 

5 Evitare l’effetto yoyó

Cristina Lobaco, specialista di nutrizione sportiva e membro del Consiglio di nutrizionisti di Catalogna, afferma che una persona che vuole dimagrire camminando e cura la dieta, può arrivare a perdere fino a 2 chili.  Non ci si deve illudere perchè il peso perso può essere recuperato in fretta e incluso raddoppiato, quando si smette di fare sport. Questo viene comunemento chiamato effetto yoyo. 

L’esperta aggiunge che "Se vuoi perdere 2000 calorie al giorno e segui una dieta, in un principio dimagrirai perchè spenderai più di quello che hai consumato. Tuttavia, in un secondo momento, il corpo si sentirà equilibrato, regolerà ciò che hai bruciato e manterrà il peso. Le diete funzionano ma se si smette di seguirle e se non si pratica un po’ di attività fisica comparirà l’effetto yoyò”. 

Dimagrire camminando: le corrette posizioni da assumere

 

Non dobbiamo allungare il passo di molto. Se sovraccarichiamo i nostri movimenti corriamo il rischio di subire delle lesioni. Il passo dovrebbe essere normale. L’errore più frequente per accelerare il passo è allungandolo in modo innaturale. Prova a trovare un ritmo confortevole, in modo che le gambe non subiscano stiramenti.  

  • Le spalle devono essere rilassate e il petto retto. Se la testa si muove troppo e senti un leggero stiramento nelle gambe, questo è indice che il passo è troppo largo e che stai andando a un ritmo troppo forzato. Ci si deve sentire comodi, nessuna parte del corpo dovrebbe fare male.
  • I passi devono essere rapidi. Inizia a passo normale, e quando passano cinque minuti aumenta il ritmo del passo.  
  • Mentre si corre occorre prestare attenzione a come si muovono i fianchi. Deve essere un movimento continuo ma naturale, che non faccia male ne causi fastidi. Il bacino e i fianchi devono conseguire maggiore mobilità al camminare. 
  • I piedi devono toccare il suolo nel modo giusto: il tallone dovrebbe toccare terra per primo, mentre le dita sono quelle che danno impulso. In questo modo si evitano lesioni e dolori. 
  • La testa deve essere in posizione normale, nè troppo alzata nè troppo abbassata. Mentre si cammina non si devono guardare i propri passi, si può rischiare di avvertire giramenti di testa. L’importante è che il passo sia il più confortevole possibile.  
  • Occorre mantenere le spalle sciole e rilassate in ogni momento, cercando di bilanciarle con facilità. 

Tutti questi accorgimenti possono davvero essere di grande aiuto se si vuole dimagrire camminando. 

I vantaggi del dimagrire camminando

  • Considera alcuni dei principali benefici del camminare
  • Aiuta a bruciare i grassi. Camminando da 30 a 60 minuti a un ritmo sostenuto si aumenta la capacità di bruciare calorire del 85% 
  • Aiuta a costruire i muscoli che accelerano il metabolismo
  • Riduce il rischio di infarto cardiaco, di cancro, diabete e problemi di vescica 
  • Camminare promuove la longevità e riduce il rischio di fratture ai fianchi nelle persone anziane
  • Aumenta i livelli di energia nel corpo
  • Permette di esercitarsi e mantenersi in forma a un passo costante

Dimagrire camminando: come si bruciano le calorie camminando 

La formula da ricordare è: il tuo peso x la distanza percorsa = l’energia consumata comminando. È più importante il tempo della ditstanza, ma se cammini con maggiore velocità brucerai più calorie per chilometro. Se cammini piano (4 km/h) brucerai 300 calore in un’ora, ma se aumenti la velocità (6 km/h) potrai bruciarne 360 e se corri (8 km/h) tra le 400 e le 500 cal/ora. Detto questo, se stai intenzione di iniziare a camminare, è meglio che aumenti la distanza prima di aumentare la velcocità. Per bruciare calorie la cosa migliore è camminare su lunghe distanze. Aumenterai la massa muscolare sopratutto sulle gambe, mentre aumenti la distanza e i tempi. Se si vuole si può anche cercare di incrementare l’allenamento con pesi in palestra al fine di aumentare la massa muscolare e bruciare più calorie al minuto.

Allenamento consigliato per dimagrire camminando 

Il seguente esercizio potrebbe servire per migliorare il metabolismo e bruciare più calorie: 

  • Fai 30 secondi di esercizio forte e veloce come correre
  • Poi 60 secondi di esercizio moderato (camminata sostenuta) 
  • Ripeti la serie da 5 a 10 volte
  • Fai una camminata leggera per 5 minuti per riposare e rilassare i muscoli 

Dimagrire camminando: parlano gli esperti 

Ciò che è importante ricordare e che per dimmagrire non basta qualsiasi tipo di camminata. Si dovrebbe andare a passo sostenuto, fino a sudare. Alcuni esperti consigliano “a un ritmo che permetta parlare ma non cantare”.

Sconsigliano di andare a camminare due ore dopo un pasto pesante. Al contrario, se non si ha madimagrngiato, suggeriscono di mangiare una frutta, ad esempio una banana ricca di potassio. Si dovrebbe bere anche molta acqua se la camminata dura più di trenta minuti, in modo che i muscoli si riscaldino.  

La personal trainer e nutricionista Pat Perin spiega che questo tipo di esercizio può aiutare a perdere i chili di troppo, sopratutto nelle persone che conducono una vita sedentaria. Aggiunge che “camminare è un esercizio di media-bassa intensità e per notare i risultati si deve camminare per lo meno un ora al giorno e avere un’alimentazione sana ed equilibrata”. 

Se si vuole dimagrire camminando, l'esperta aggiunge che è importante prendere in considerazione l'intensità con cui si lavora per perdere il grasso in eccesso, perché passeggiare non equivale a camminare veloce. Tuttavia, consiglia di alternare il camminare con un altro tipo di esercizio per lavorare i muscoli del corpo. "L’ideale è realizzare un’attività con cui puoi muovere e lavorare tutto il corpo. Camminare è salutare, ma non è sufficiente per esercitare le braccia, la schiena ...” spiega. Per le persone che non sono appassionate di sport, consiglia di optare per attività fitness come l’aerobica, zumba o TBC per raggiungere migliori risultati. “Bisogna fornire al corpo diversi stimoli, più sono meglio è. L’ideale sarebbe fare esercizio un’ora al giorno, combinare esercizi di diversa intensità, e prestare attenzione all’alimentazione. Seguendo questi consigli è possibile ottenere grandi risultati”. 

Dimagrire camminando è possibile. Una buona sessione di esercizio tre volte alla settimana in aggiunta a un’alimentazione salutare, sono la forma perfetta per iniziare a bruciare grassi! 

1Comments

Leave a comment





   Bad           Good


3 years ago

Siamo tutti diversi,c'è chi riesce a dimagrire con lo sport o dieta,alcuni invece hanno vari problemi fisici o psicologici che impediscono il corso normale delle cose. Penso che solo la dieta e gli esercizi non bastano per perdere il peso subito, si può p