Cioccolato per dimagrire: come utilizzarlo

https://www.nutritionslimming.it/image/cache/catalog/blog/Dimagrire/!CioccolatoLinea-696x435.jpg

E’ davvero possibile assumere cioccolato per dimagrire? Ci sono tipologie di cioccolato che sono più salutari di altre? Quanto cioccolato si può assumere per dimagrire? Siamo pronti a rispondere a queste ed altre domande!

Partiamo subito dicendo che il cioccolato non fa dimagrire: l’idea di usare il cioccolato per dimagrire e creare una dieta basata sul cioccolato che era circolata un paio di anni fa è stata presto etichettata come bufala. Questo non significa che il cioccolato sia un alimento a cui dire addio per conservare un fisico perfetto. Togliere del tutto il cioccolato dalla dieta sarebbe sbagliato: si tratta di un prodotto che può apportare notevoli benefici per l’organismo, migliorando sia la circolazione sanguigna che la qualità della vista, della salute della pelle e, soprattutto, dell’umore. Se utilizzato in modo corretto, è possibile assumere cioccolato per dimagrire.

I componenti del cioccolato per dimagire: quali sono i principi attivi

Il cioccolato è un alimento che si ottiene lavorando i semi dell’albero del cacao, chiamato Theobroma cacao: si tratta di una pianta di origini antiche che esiste da addirittura più di 6000 anni ed è e stata scoperta e ampiamente coltivata dai Maya per arrivare in europa attorno alla fine del 1585 e diventare uno dei prodotti più amati di sempre.

Se si considera l’apporto calorico del cioccolato si rimane stupiti: si tratta infatti di un alimento con un livello di calorie piuttosto basso, che si aggira attorno alle 540 kcal ogni 100 g di cioccolato, per questo si può tranquillamente assumere certe quantità di cioccolato per dimagrire secondo una dieta equilibrata.

Le proprietà benefiche del cioccolato derivano dai principi attivi dai queli è composto: si tratta infatti di un alimento ricco di polifenoli, delle molecole con un alto potenziale antiossidante molto utili nel contrastare l’azione dei radicali liberi e rallentare l’invecchiamento cellulare. Anche la percentuale di alcaloidi contenuta è molto alta: la teobromina è presente in elevate quantità ed è un alcaloide efficace nell’influenzare positivamente il sistema nervoso. La teobromina agisce sul nervo vago riducendo episodi come la tosse che spesso ci affligge nelle mezze stagioni. La serotonina invece è l’alleato del buon umore: il cioccolato è in grado di stimolarne la produzione auitandoci a mantenere il buon umore e ad affrontare positivamente la giornata e le situazioni di stress. Il cioccolaro è anche una fonte di fibre, vitamine e magnesio.

I benefici del cioccolato sono molti, tra cui:

  • Miglioramento della circolazione
  • Protezione della vista
  • Protezione della pelle
  • Ossigenazione del cervello
  • Buon umore
  • Pretezione del cuore
  • Riduzione del colesterolo

Cioccolato per dimagrire: come inserirlo nella dieta

Il “troppo stroppia” dice il detto: come in tutte le cose, esagerare fa male. Ma il cioccolato di per sè non è nocivo per la dieta: alcune ricerche hanno dimostrato cioccolato inserito in un regime di dieta dimagrante favorisce addirittura la perdita di peso. Piccole porzioni di cioccolato consumate con un certa regolarità, con un apporto intono alle 200 kcal massime giornaliere (circa 35 g di cioccolato) possono favorire il dimagrimento anche del 10%. L’azione dimagrante del cioccolato è quasi certamente dovuta alla presenza dei polifenoli, che aiutano a regolarizzare gli zuccheri e il colesterolo nel sangue, della caffeina, che aumenta il metabolismo stimolando la distruzione dei grassi, e delle fibre, che donano un senso di sazietà all’organismo e ci inducono a mangiare di meno. Le regole basilari per usare il cioccolato per dimagrire sono:

  • Il cioccolato deve contenere una percentuale pari o superiore all’80% di cacao. E’ infatti il cacao la componente che aiuta la dieta
  • Percentuali così alte di cacao fanno riferimento esclusivamente al cioccolato fondente, da preferire alle altre tipologie
  • Il momento migliore per consumarlo è durante la colazione, per avere energia da smaltire durante la giornata
  • Evitate il cioccolato che contiene derivati di origine animale
  • Rispettate la quantità di cioccolata quotidiana consigliata
  • Evitate di assumere altri cibi dolci
  • Se conducete una vita attiva o fate molto sport, potete concedervi più cioccolato
  • Evitate il cioccolato bianco privo delle proprietà benefiche del cioccolato fondente
  • Evitate cioccolati addizionati, come quello con caramello
  • Evitate i prodotti da spalamare a base di cioccolato

Controindicazioni del cioccolato per dimagrire

Inutile dire che l’abuso di cioccolato si traduce nel contrario della perdita di peso, ma non si tratta dell’unica controindicazione nell’uso del cioccolato per dimagrire: un consumo eccessivo di cioccolato può tradursi anche in mal di testa più frequenti, in disturbi dell’umore, reazioni allergiche, prurito e eccitazione. Si tratta inoltre di un alimento da assumere sempre con moderazione: causa dipendenza!

 

 

 

 

0Comments

Leave a comment





   Bad           Good